• Gasthof zur Neuen Post
  • Vorderansicht Hotel Zentral

Una casa con tradizione... dal 1875

Ansichtskarte Gasthof zur Neuen Post Gasthof zur Neuen Post

Nell'anno 1850, Alois Wallnöfer, chiamato Kromer Lois, gestiva un negozio dove oggi c'è il nostro hotel. Alois Karner, gestore della locanda Taferner nella piazza di Prato, né sposò la figlia Maria, diventandone il genero. Gli sposini aprirono insieme l'albergo “Posta Nuova”, dotato di alcune camere.

Già nel 1877 introdussero il libro degli ospiti, ininterrottamente da allora e ancora conservato, che dà informazioni sul numero e le qualità degli ospiti. Dal 1877 e fino al secolo scorso (cioè in circa 20 anni) registrarono di proprio pugno la presenza di 4000 clienti, circa 200 all'anno. In quel periodo il “Posta Nuova” aveva 36 letti, con tariffe di corone 1,20 – 2 per pernottamento e di corone 5-7 per la pensione completa. Per quanto riguarda il paese d'origine, circa due terzi degli ospiti venivano dalla Germania, seguita dall'Inghilterra e dall'America. Pochi dalla Francia, dall'Italia e dalla patria Austria. La stagione turistica, assai breve, comprendeva il periodo da giugno a fine ottobre. Fino all'anno 1910, l'albergo era illuminato con lampade ad acetilene. Solo dopo venne utilizzata la linea elettrica che dalla centrale di Malles arrivava fino a Spondigna. In quel periodo c'era una cantina che in inverno veniva riempita di ghiaccio tritato, che manteneva i cibi freschi anche in estate. La lista delle vivande era abbastanza grande e variegata; si poteva comunque mangiare caldo tutto il giorno, fino quasi a mezzanotte. Non mancavano i piatti di pesce, le trote erano sempre pronte, tenute fresche nel laghetto in giardino.

Tempi di guerra

Hotel Post Hotel Posta Karner Prad

Lo scoppio della prima guerra mondiale provocò una rapida fine del benessere e del turismo. Gli anni grassi erano finiti e seguirono molti anni di miseria. Nei primi quattro anni della prima guerra mondiale, nell'albergo venne alloggiato il comando del primo battaglione del fronte sull'Ortles. Solo più militari austriaci, dal soldato semplice al comandante del reparto Hradesny, dopo di lui Obebrst Abenddorf ed poi, fino alla fine della guerra, il comandante Lempruch. Anche il comandante di settore Dankl ed i feldmarescialli von Conrad e l'arciduca Eugenio ebbero il loro domicilio nell'albergo. Infine anche sua Maestà l'imperatore Karl dimorò a Prato nell'albergo “Posta Nuova”, la prima volta nel settembre 1917 e la seconda volta prima della fine di guerra, nell'ottobre 1918, per una conferenza sulla situazione di guerra. Dopo la fine della guerra, vennero soldati italiani attraverso il Passo Stelvio a Prato e dimorarono nell'Hotel Posta. Nel periodo fra le due guerre mondiali, durante il fascismo, il turismo era stagnante. Solo negli anni dopo la seconda guerra mondiale, aumentò considerevolmente il numero dei pernottamenti.

Ansichtskarte Hotel Posta Karner Ansichtskarte Hotel Zentral Hotel Zentral - Albergo Centrale Hotel Zentral in Prad Hotel Zentral